17 Marzo 2015

AB e Granarolo, l’Italia che eccelle fa sinergia nel nome dell’efficienza energetica

Continuare a crescere sviluppandosi a livello internazionale mantenendo ben saldi i principi di alta qualità e “italianità” attraverso una politica green legata all’efficienza energetica: questi i comuni denominatori di due aziende come AB e Granarolo. In considerazione degli elevati consumi di energia elettrica e termica richiesti dai processi produttivi e nell’ottica di una razionalizzazione nell’utilizzo delle fonti di energia fossile, con conseguente risparmio economico e miglioramento della condizione ambientale relativamente ai gas serra, la Granarolo S.p.A. ha recentemente installato ben due impianti di cogenerazione di AB presso i siti produttivi di Pasturago di Vernate (MI) e Gioia del Colle (BA). Le aziende agro alimentari industriali sono infatti grandi “consumatrici” di energia termica ed elettrica all’interno della loro filiera con importanti ricadute sia sulla loro bolletta che sull’ambiente e la cogenerazione è quindi la soluzione ideale per far fronte alle esigenze di queste realtà. Granarolo S.p.A., il maggiore operatore agro industriale del Paese a capitale italiano in crescita sia a livello nazionale che internazionale, pone grande attenzione, oltre che alla qualità ed all’eccellenza dei propri prodotti, anche all’efficienza energetica e alla salvaguardia ambientale e per questo motivo ha scelto AB, leader del proprio settore a livello internazionale, per progettare e realizzare due impianti di cogenerazione nei siti produttivi di Pasturago di Vernate, in provincia di Milano, e Gioia del Colle, in Provincia di Bari. L’energia elettrica prodotta nei due impianti verrà integralmente utilizzata dai siti produttivi così come l’energia termica, con un risparmio notevole sia a livello economico sia a livello di emissioni di gas serra in atmosfera. Si stima infatti, per i due impianti in oggetto, un risparmio complessivo pari a circa 5.800 ton/anno di CO2 emessa. Nell’impianto di Pasturago di Vernate (MI), finalizzato alla produzione e confezionamento di latte fresco, panna, yogurt, dessert e latte UHT, è stato installato un ECOMAX® 33 HE, alimentato a gas naturale. Una soluzione modulare in container, di potenza nominale complessiva a pieno carico pari a 3.354 kWe e con potenza termica complessiva introdotta di 7.674 kW. L’attività dell’impianto di Gioia del Colle (BA) è finalizzata al trattamento e confezionamento di latte fresco pastorizzato e UHT a marchio “Perla” e a marchio “Granarolo”. Qui è stato installato un ECOMAX® 10 NGS, alimentato a gas naturale. La soluzione modulare in container, di potenza nominale complessiva a pieno carico pari a 1.063 kWe, ha una potenza termica complessiva introdotta di 2.673 kW.

Gamma Ecomax® Biogas