21 Luglio 2016

Hospira: la cogenerazione per l’efficienza dell’industria farmaceutica

Hospira si è affidata ad AB per l’installazione di un impianto di cogenerazione presso il sito produttivo di Liscate (MI) dedicato alla produzione di farmaci iniettabili e biosimilari, set e pompe di infusione.
L’azienda, leader mondiale nella produzione, lavorazione e distribuzione di prodotti per la cura della salute appartenente al gruppo Pfizer, guarda infatti al futuro dimostrando un forte impegno non solo verso la sanità e il benessere dell’intera comunità, ma anche nel miglioramento delle prestazioni nei propri stabilimenti in termini di efficienza, ambiente, salute e sicurezza.

Le caratteristiche dell’impianto
L’impianto di cogenerazione Hospira, un ECOMAX® 20 HE, alimentato a gas metano, è una soluzione modulare in container, di potenza nominale complessiva a pieno carico pari a 2.004 kW e con potenza termica complessiva introdotta di 4.477 kW. L’energia elettrica prodotta dal nuovo impianto viene interamente impiegata per soddisfare le esigenze energetiche del complesso. Anche l’energia termica prodotta viene interamente impiegata per il sostentamento energetico del complesso sotto forma di acqua calda a 85°C e vapore saturo a 8 bar. L’operatività del gruppo è pari a circa 8340h/anno. Sul circuito fumi è stato installato uno scambiatore a tubi di fumo per produrre vapore utilizzato dall’azienda per i propri scopi produttivi. Il nuovo impianto permette un grande risparmio di tonnellate di CO2 emesse nell’atmosfera.
L’impianto di Hospira può essere considerato “Cogenerativo ad Alto Rendimento” (CAR), in quanto consente di ottenere un risparmio di energia primaria (PES) pari almeno al 10% rispetto alla produzione separata, ed è stato progettato per rispettare ampiamente i limiti di emissioni per i motori a gas.

Comunicato stampa