Amadori

AB È PARTNER DI AMADORI PER GLI IMPIANTI DI COGENERAZIONE MODULARI A BIOGAS

La cogenerazione è strategica per il settore alimentare. Considerando la particolare identità energivora del settore, la cogenerazione costituisce una delle soluzioni ideali per l’industria alimentare, anche perché permette di utilizzare gli scarti della filiera per produrre biogas.

AZIENDA

Con sei stabilimenti tecnologicamente all’avanguardia, il Gruppo Amadori è una delle principali realtà industriali europee del settore avicolo. Gestisce direttamente l’intera filiera integrata, garantendo la provenienza della materia prima ed il controllo del ciclo produttivo.

ESIGENZA

Nei sei stabilimenti del Gruppo Amadori in Italia grande attenzione viene dedicata all’efficienza energetica e alla salvaguardia ambientale. Rientra in questa filosofia di “green economy” un piano di efficientamento energetico che Amadori ha messo a punto nella cogenerazione a biogas.

SOLUZIONE

Nello stabilimento di Mosciano Sant’Angelo (Teramo) Amadori ha deciso di installare un impianto di cogenerazione Ecomax® 6 BIO, alimentato dal biogas ottenuto dalla digestione anaerobica di grassi, proteine e residui di panatura, contenenti olio e pane residuo provenienti dalle friggitrici. Nello stabilimento di Cesena invece Amadori dispone di un impianto di cogenerazione Ecomax®11 BIO, che utilizza il biogas prodotto grazie allo sfruttamento dei reflui derivanti dalle lavorazioni di macellazione. Tramite i due impianti della Linea Ecomax® Biogas Amadori produce energia termica, utilizzata al 100% all’interno dello stabilimento ed energia elettrica totalmente immessa in rete.